Traghetti per santorini

Traghetti dall’italia per Santorini


Raggiungere Santorini in nave significa imbarcarsi per un viaggio lungo, che è sicuramente in grado di regalare sorprese inaspettate e splendidi paesaggi. Potete infatti decidere di fermarvi in qualche porto della Grecia continentale per andare alla scoperta delle meraviglie archeologiche che questa terra nasconde, oppure fare scalo in qualche isola vicina. In ogni caso, per raggiungere la meta delle vostre vacanze avrete bisogno di arrivare almeno fino al Porto del Pireo, da cui poi potrete imbarcarvi per Santorini.

 

Traghetti e aliscafi per Santorini

Sono sempre più numerose le compagnie che dai porti di Ancona, Bari, Brindisi e Venezia permettono di raggiungere direttamente la Grecia continentale (Patrasso o Igoumenitsa). Una volta arrivati al Pireo di Atene, non vi resta altro che imbarcarvi su uno dei traghetti diretti a Santorini, ovviamente con partenze sempre più frequenti nel periodo estivo rispetto a quello invernale: il viaggio potrebbe durare dalle 7 alle 10 ore, a seconda del numero di scali nelle isole intermedie. Nei mesi da giugno a settembre sono però assicurate anche le partenze di aliscafi e catamarani, che da Atene permettono di raggiungere Santorini in sole 4 ore di viaggio. Se invece preferite fermarvi in una delle altre isole greche, tenete conto che traghetti e aliscafi per Santorini sono assicurati da Paros, Naxos, Ios, Salonicco, Creta e Mykonos.

 

Le navi da crociera

Un’altra delle opzioni di viaggio possibili è quella di raggiungere la splendida isola delle Cicladi durante una crociera. In questo caso le navi non attraccano sul posto, ma si fermano in rada e con le scialuppe fanno sbarcare i turisti in uno dei porti di Santorini. L’isola, pur non essendo di grandissime dimensioni, vanta infatti due scali: il porto commerciale di Athinios, situato nella zona di Pyrgos, in cui hanno accesso anche le automobili; e il vecchio porto di Fira “Skala”, esclusivamente pedonale, situato ai piedi di una scogliera che è possibile risalire con la teleferica, in sella ad un asino oppure a piedi (salendo ben 580 gradini).

Consigli di viaggio

Una volta sbarcati sull’isola non dovrete far altro che scegliere se noleggiare una macchina o prendere un autobus di linea per raggiungere la località verso cui siete diretti. Arrivare a Santorini in nave può essere sicuramente affascinante, ma anche molto fastidioso per chi soffre di nausea e mal di mare. Prima di partire, sarebbe bene rivolgersi al proprio medico curante per farsi consigliare un medicinale che vi possa aiutare durante il viaggio, così da godervi le tanto meritate vacanza al meglio delle vostre condizioni fisiche.